Emma Watson, ambassadrice de l’ONU


James Cameron à l’honneur lors des 40 ans de Deauville


Vidéo – Un film pour revivre le concert des One Direction


Drew Barrymore en deuil


Festival de Gérardmer 2013 : jour 4 !


Beyoncé, sa famille unie aux MTV Video Music Awards


L’équipe de “Hansel & Gretel : Witch Hunters” au micro ! [VIDEO]


Juliette Binoche, Bernadette Chirac: les antiquaires font leur biennale


Vidéo – Les stars rejoignent le “Gang des Méchants”


Alyssa Milano et Elizabella: le lien du lait

Emanuela Morando Radical Chic, 8a a Finale

  • MEDIATORECONDOMINIALE
  • August 31, 2019
  • News
  • No Comments

Emanuela Morando si aggiudica la ripetizione a Monte Cucco dello storico (e duro) 8a di Monte Cucco (Finale).

Com’è il primo 8a? Forse tanti, parliamo dei bigs, se lo sono dimenticato… Ecco perchè ci piace presentarvi il primo 8a di Emanuela Morando, mamma e arrampicatrice… classe 1970.
E ci piace anche perchè la via del primo “8” di Emanuela è Radical Chic, storica linea di Monte Cucco (il primo 8a di Finale!), firmata da Andrea Di Bari e Andrea Gallo nel 1985, e liberata poi dallo stesso Gallo. 25 metri “tecnici” di un 8a che ha resistito alla “svalutazione”… E di questi tempi vorrà pur dire qualcosa… o no?

Mamma Radical Chic di Filippo Larceri

L’apparente facilità con cui supera sequenze difficili ed impegnative colpisce e meraviglia. Parliamo di Emanuela Morando, classe 1970, che, sfruttando l’aderenza di una gelida domenica di febbraio, si aggiudica la catena della temuta e difficile ‘Radical Chic’, il primo 8a di Finale, a Monte Cucco. E’ il suo primo 8a: un bel modo di ‘entrare’ nel grado.

Emanuela inizia ad arrampicare nel 1988 e continua fino al 1995, salendo alcuni di quei temibili 7b+ finaleros in grado di soddisfare i tendini più esigenti. Nel 1995 la mountain bike la travia, e per i successivi cinque anni macinerà un bel po’ di chilometri pedalando…e vincendo. Una belle serie di risultati positivi la fanno emergere anche a livello nazionale.

Come ci si sente dopo il primo 8a?
Bene, finalmente l’ho fatta. E’ una bella sensazione,ci tenevo a fare quel tiro.

Ti ha impegnato a lungo?
Probabilmente… più del necessario. Nel senso che mi sono ‘bruciata’ un bel po’di tentativi tenendo una tacchetta in un modo sbagliato. E pensare che all’inizio la tenevo nel modo giusto! Ho iniziato a provarla questo autunno poi, dopo la pausa di dicembre (nel mese di dicembre Emanuela non arrampica per impegni di lavoro n.d.r.), sono ritornata e alla fine…

…l’hai fatta. Poteva essere il primo 8a femminile di Finale…
No, so che Stella Marchisio qualche anno fa ha salito ‘Crazy Mix’ (8a a Boragni, Finale, n.d.r.). E lei è di un altro livello , non mi ci paragono neanche.

L’autunno scorso hai salito anche ‘Maniac’, a Monte Cucco. Cerchi solo vie ‘terribili’ ?
No, cerco vie che mi motivino, belle linee, non troppo corte.

Nella storia dell’arrampicata spesso una salita femminile coincide con la svalutazione della via: nel caso di ‘Maniac’ è successo il contrario e tra i Finaleros è maturato il convincimento che si tratti di 7c+ e non di 7c. Radical Chic è di certo un 8a indiscutibile…
Sono contenta che Maniac sia 7c+, l’ho trovata difficile. Per il resto, adesso cercherò di consolidare il grado, facendo altri 8a. Anzi, spero che nessuno si sogni di svalutare ‘Crazy Mix’,visto che è stata salita da una donna, quest’estate la voglio provare…(ride)

I progetti ambiziosi sono segreti. Tu ce ne hai qualcuno da rendere pubblico ?
Direi di no. Vorrei arrampicare, semplicemente…sperando che mia figlia mi lasci dormire.

In che senso?
…sai com’è i malanni di stagione, la bimba ha la tosse, non dorme ed io….nemmeno. Non è tanto facile arrampicare dopo una notte in bianco…

Filippo Larceri

Portfolio

Sopra e a sx: Emanuela Morando su Radical Chic 8a (Monte Cucco – Finale) Sotto: su Maniac 7c+ (Monte Cucco – Finale) – Foto Andrea Gallo
Portfolio

Click Here: habitat tord boontje


Got Something To Say!

Your email address will not be published. Required fields are marked *

BACK TO TOP